A.Passerini-Little_Human_Artworks

Little Human Artworks

Little Human Artworks a Civita D'Antino (AQ)

Featured Image -- 186

a Cena con Philippe Daverio

Premio di Fotografia e Pittura 'Basilio Cascella'

daverio15

Critico d’arte, giornalista, conduttore televisivo.

Abbiamo imparato a (ri)conoscere negli ultimi anni il volto e l’affabilità di Philippe Daveriograzie alle sue note apparizioni in tv in contesti in cui l’arte fosse in primo piano. Contesti come quello in cui il docente francese (naturalizzato italiano) è atteso martedì 13 ottobre. Per la precisione a Guardiagrele (CH), dove è stato organizzato per quel giorno dall’associazione Centoventitré in collaborazione con il ristorante Villa Maiella la serata dal titolo ‘a cena con Philippe Daverio’.

Anche il Premio Basilio Cascella, nelle persone di Alessandro Passerini (Art Director) e Pasquale Grilli (Pesidente) sarà presente all’appuntamento, grazie al quale lo studioso farà una serie di interventi sull’arte, cercando di legarla ad altri ambiti come la cucina e l’economia.

 

View original post

Epona

Photocrowd & Alamy Exhibition

Il fotografo ferrarese nella collettiva fotografica organizzata da Alamy in collaborazione con Photocrowd e il rinomato Digital Camera Magazine

Featured Image -- 51

Parliamo di arte: Alessandro Passerini

Collettivo TM15

Path of Centenary - A. Passerini Path of Centenary – A. Passerini

A chi non sarebbe piaciuto entrare nello studio di un artista? Varcarne la porta e farsi assalire da un’aria fitta di creatività che in un attimo ci avvolge senza lasciare spazio ai nostri dubbi. Aggirarsi timidamente come qualcuno che si avventura attraverso l’intimità di una persona, guardare gli oggetti e fantasticare sulla loro genesi cercando di estrapolare qualcosa di più sul loro creatore. Sì perché credo che entrare nello studio di un artista sia un po’ come scambiarci una chiacchierata, sia come sapere qualcosa in più della sua arte e riuscire a immaginare altrettanto del suo carattere.

a Ton of Love - A. Passerini a Ton of Love – A. Passerini

Bene, io nello studio di Alessandro Passerini non ci sono mai entrata ho però avuto la fortuna di potergli porre alcune domande che mi hanno aiutata a capire qualcosa in più sul suo lavoro; ora posso provare a immaginarmelo il suo…

View original post 483 altre parole

FOOD: Our Global Kitchen

Collettivo TM15

My Ice Cream - Alessandro Passerini My Ice Cream – Alessandro Passerini

Uno scatto del fotografo  Alessandro Passerini è parte della mostra “FOOD: Our Global Kitchenin corso dal 16 ottobre 2014 al 22 febbraio 2015 presso l’American Museum of Natural History di Washington D.C., New York.

La mostra curata dal team del progetto National Geographic Your Shot esplora il complesso ed intricato sistema che ci fornisce il cibo che consumiamo, dalla fattoria alla tavola. Nelle sezioni dedicate alla coltivazione, trasporto, cucina, mangiare, degustazione e celebrazione, la mostra illumina su come il nostro mondo si nutre e il futuro del cibo.

Con la possibilità di degustare prelibatezze di stagione in cucina, cucinare un pasto virtuale, vedere manufatti rari e sbirciare nelle sale da pranzo di personaggi famosi della storia, i visitatori potranno esaminare l’ intersezione di cibo, natura, cultura, salute e storia, e riflettere su alcune delle questioni più difficili del nostro…

View original post 38 altre parole

Breathtaking

Collettivo TM15

_DSC6770-Modifica-2 Their Duets – Alessandro Passerini

Un viaggio nel tempo, fino ad inizio 1900, nelle vesti di due ragazze del 2013.

In cento anni il ruolo della donna si è emancipato sempre più dalla situazione ormai inconcepibile di ‘angelo del focolare’ di inizio XX secolo. Basti pensare alle suffragette, o alle forti protagoniste dei romanzi come Mina e Lucy del Dracula di B. Stoker, fino ad arrivare ad una Louise Brooks, emblema di femminilità emancipata e tra le prime femme fatale della storia del cinema. Ad incorniciar il tutto il movimento artistico che più ha sottolineato questo cambiamento: il Simbolismo.

Anja e Irene, ragazze del XXI secolo, vivono per poche ore all’inizio del XX secolo, coscienti di essere nate alla fine di esso e cresciute con la propria personalità ed indipendenza, non soggette ad alcun vincolo sociale. Oggi è più facile esser se stesse affermando la propria femminilità e individualità…

View original post 138 altre parole

Temporary Shock / 2MILA13 @ Menomale

Collettivo TM15

Smoke - Alessandro Passerini Smoke – Alessandro Passerini

Temporary Shock.

Il desiderio di far vivere Piazza Santo Stefano con suoni e azioni, con materie che prendono forme inattese e sorprendenti.

Da qui nasce Temporary Shock, un salotto aperto, comodo per tutti, luogo caldo e accogliente, dove riempire occhi e orecchie di bello.

Quest’edizione del Temporary Shock, mercatino clandestino ormai divenuto appuntamento fisso del panorama bolognese, ospita la mostra fotografica personale di Alessandro Passerini, a cura dell’Ass. Culturale tamèr.

– – – – –

Alessandro Passerini

Nato a Portomaggiore (FE) nel 1975.

Fotografo per Art+Commerce/VOGUE, è attivo da più di venti anni nel campo delle Arti Visive.

Fondatore del Collettivo TM15, organizza collettive e personali d’arte in ambito nazionale ed estero, ed è il curatore artistico del Premio Nazionale di Fotografia e Pittura ‘B. Cascella’ e del Premio Nazionale per l’Arte Contemporanea ‘P. Occhi’.

Dal 2007 fa parte…

View original post 327 altre parole

Featured Image -- 40

Cineman

Collettivo TM15

In occasione della 9^ Giornata del Contemporaneo promossa dall’AMACI e in contemporanea col Festival di Internazionale a Ferrara, viene presentato il progetto ‘Cineman’, di Alessandro Passerini._DSC6954 (Copia)

Work in progress e reportage indiretto di una giornata di Guido Mantovani, proiezionista del Cinema Apollo di Ferrara, inizialmente il progetto era nato come shooting fotografico a sé stante, ma si è poi evoluto in qualcosa di più complesso, essendo il soggetto di ogni foto interamente connesso con gli ambienti del cinema e la sua stessa storia.

Ne nasce quindi uno spaccato quotidiano che permette di rivivere il secolo di storia che l’Apollo ha vissuto, dedicando tale vissuto a Fabio Tinarelli, parte della storia del Cinema stesso, recentemente scomparso.

Viene quindi presentato in anteprima sul sito della Saatchi Gallery, una delle gallerie più grandi ed importanti del mondo, al link http://www.saatchionline.com/collections/index/owner/7414.

_DSC7162 (Copia) (2)Alcuni di questi scatti sono già presenti…

View original post 129 altre parole